Lattuga: semina, manutenzione e irrigazione

La lattuga è spesso considerata la regina delle insalate in Francia. Difficile, infatti, non lasciarsi tentare dalle sue foglie. Per un sapore ancora maggiore, niente batte la lattuga coltivata nel tuo giardino.

Piantare lattuga

Il tempo per piantare la lattuga varia a seconda dei tipi e delle specie di lattuga. È così possibile piantare questa insalata tra i mesi di febbraio e ottobre. Inoltre è spesso consigliabile seminare regolarmente e in piccole quantità piuttosto che una volta all'anno, in modo da poter raccogliere l'insalata a piena maturità durante tutto l'anno. Per ottenere la lattuga in primavera, seminare in vivaio a febbraio. Per la lattuga in inverno, optare anche per la semina in vivaio da agosto. Le piantine in atto tra aprile e giugno porteranno la lattuga in estate e in autunno. Prediligere un'esposizione soleggiata e semiombreggiata. Infine, sappi che coltivare la lattuga in un contenitore su un balcone è una possibile alternativa alla coltivazione in un orto.

Prendersi cura della lattuga

Non appena compaiono le prime foglie, diluire la lattuga a circa 25 cm. Per le piantagioni invernali, fornire protezione dal gelo (tunnel, serra, ecc.). Alla raccolta, in media sei settimane dopo la semina, fare attenzione a tagliare l'insalata al collo. Il fatto di lasciare la parte bianca nel terreno favorisce una seconda vendemmia. Non aspettare che la lattuga vada a seminare prima della raccolta. Oltre a queste operazioni l'impianto non necessita di particolari manutenzioni.

Lattuga d'innaffiatura

Per prosperare, la lattuga ha bisogno di una fornitura regolare di acqua. Il terreno deve essere mantenuto umido in ogni momento, evitando l'acqua in eccesso. Preferisci un'annaffiatura ai piedi della pianta piuttosto che sul fogliame.