Prestito auto: come finanziare un prestito auto?

Molto spesso un'auto è costosa. Acquisto, manutenzione, costi del carburante, assicurazione sono tutte cose da tenere in considerazione prima di cambiare veicolo.

Mentre alcuni utenti possono permettersi un nuovo veicolo pagando in contanti, altri saranno costretti a ricorrere a finanziamenti esterni. Ma esistono diversi tipi di crediti. Come fare la scelta giusta?

Quali sono i diversi tipi di credito per l'acquisto di un'auto?

Molto spesso l'acquisto di un veicolo richiede l'utilizzo di finanziamenti, essendo il prestito auto il più adatto a questo tipo di acquisizione. È un credito affetto, ovvero destinato a finanziare l'acquisto (o eventualmente il noleggio) di un veicolo, e nient'altro. In quanto tale, il credito auto differisce da una seconda modalità di finanziamento: il credito personale, che ha la caratteristica di poter essere utilizzato per più scopi. Una terza modalità di finanziamento è il leasing, che consente all'utente di un veicolo di stabilire un prezzo di acquisto del veicolo a una data predefinita. Una quarta modalità di finanziamento consiste nella pratica del credito differito, che costituisce un prestito ponte adatto alle auto.

Quali sono i termini del credito automatico?

Il prestito auto viene stipulato prima dell'acquisizione del veicolo oggetto del finanziamento. Il mutuatario può competere presentando un file di domanda di prestito auto a diversi istituti di credito. Dopo aver confrontato le offerte di prestito auto e scelto l'offerta più adatta per il loro acquisto, il mutuatario firma un contratto di prestito auto. Da questa firma, il mutuatario ha un periodo di 14 giorni per recedere, vale a dire per restituire la sua accettazione dell'offerta di prestito. Il prestito auto è un credito interessato, è direttamente collegato all'acquisto di un veicolo. Di conseguenza, il mutuatario non inizia a rimborsare i pagamenti mensili del prestito fino alla data di consegna o di entrata in uso del veicolo. Nello stesso modo,un eventuale annullamento della vendita del veicolo comporta l'annullamento del prestito auto. Se il mutuatario ha firmato un contratto di prenotazione per l'acquisto del veicolo prima di aver ottenuto un contratto di finanziamento, il rifiuto della banca di concedere un prestito auto comporta l'annullamento dell'acquisto del veicolo. L'importo massimo del prestito è di 75.000 euro, con un periodo di rimborso compreso tra 3 e 84 mesi. Inoltre, il credito consente di offrire soluzioni adeguate in caso di distruzione o furto del veicolo durante il periodo di rimborso poiché la somma generalmente rimborsata dall'assicuratore dovrebbe coprire il saldo del credito.avendo ottenuto una convenzione di finanziamento, il rifiuto della banca di concedere un finanziamento auto comporta l'annullamento dell'acquisto del veicolo. L'importo massimo del prestito è di 75.000 euro, con un periodo di rimborso compreso tra 3 e 84 mesi. Inoltre, il credito consente di offrire soluzioni adeguate in caso di distruzione o furto del veicolo durante il periodo di rimborso poiché la somma generalmente rimborsata dall'assicuratore dovrebbe coprire il saldo del credito.Il rifiuto della banca di concedere un finanziamento auto, avendo ottenuto una convenzione di finanziamento, comporta l'annullamento dell'acquisto del veicolo. L'importo massimo del prestito è di 75.000 euro, con un periodo di rimborso compreso tra 3 e 84 mesi. Inoltre, il credito consente di offrire soluzioni adeguate in caso di distruzione o furto del veicolo durante il periodo di rimborso poiché la somma generalmente rimborsata dall'assicuratore dovrebbe coprire il saldo del credito.il credito consente di offrire soluzioni adeguate in caso di distruzione o furto del veicolo durante il periodo di rimborso in quanto la somma generalmente rimborsata dall'assicuratore dovrebbe coprire il saldo del prestito.il credito consente di offrire soluzioni adeguate in caso di distruzione o furto del veicolo durante il periodo di rimborso in quanto la somma generalmente rimborsata dall'assicuratore dovrebbe coprire il saldo del prestito.

Quali strutture possono offrire questi crediti?

Molti istituti offrono prestiti per auto: banche, istituti di credito, società finanziarie indipendenti, filiali finanziarie di produttori di automobili o anche filiali finanziarie di supermercati. In concreto, ottenere un prestito auto implica il rispetto di un certo formalismo. È infatti necessario portare con sé una carta d'identità, una busta paga, una prova di indirizzo e un estratto conto bancario. Una volta presentata la richiesta all'istituto di credito, la analizzerà: verifica dell'indice di solvibilità del mutuatario, della sua situazione professionale ... Una volta convalidata la richiesta, il richiedente ottiene una risposta in entro pochi giorni. Una volta concesso il prestito auto,il beneficiario ha un periodo di recesso di 14 giorni.

Quali sono i tassi di credito?

Il tasso di credito proposto dipende ovviamente da diversi fattori: l'istituto di credito, l'importo del credito, il periodo di rimborso previsto, la capacità di rimborso del mutuatario, il reddito del mutuatario ... prendere in prestito, si consiglia di prendere in prestito l'importo più piccolo possibile, fornendo il contributo più alto possibile e di rimborsare il più rapidamente possibile. Alcune organizzazioni offrono tassi estremamente bassi principalmente per prestiti a breve termine. Al contrario, i prestiti a lungo termine prevedono tassi molto più alti che possono superare il 10%. Resta inteso che il prestito auto include il TEG (tasso effettivo globale) che misura il tasso reale del prestito calcolato come percentuale annua,e il costo totale del credito, che misura la differenza tra il totale dei pagamenti mensili rimborsati e l'ammontare del capitale preso in prestito.