Prato: come mantenere correttamente il prato

Prato secco, invaso da erbacce o muschio, esistono soluzioni per preservare un bel prato in ogni momento dell'anno. Suggerimenti per la manutenzione del prato.

Falciare regolarmente

© vitalliy - Fotolia

Prima di tutto falciare il prato, almeno una volta alla settimana, in primavera e in autunno, è fondamentale. Più spesso falci, più semplice sarà l'operazione e più sano e vivace sarà il tuo prato. La frequenza può essere aumentata a due volte a settimana per i prati ornamentali, o anche di più per i campi da golf. Il secondo aspetto importante riguarda l'altezza di taglio, che varia tra 1 e 10 centimetri, e che non deve mai essere inferiore a più di un terzo dell'altezza in atto. Ancora una volta, dipende dalla natura del tuo prato; fare riferimento al foglio illustrativo corrispondente. In ogni caso evitate di procedere la mattina e prediligete momenti della giornata in cui non sia più umido per facilitare lo sfalcio.

Acqua abbondantemente

L'irrigazione fornisce quindi il fabbisogno necessario per il tuo prato in termini di umidità. Questi dipendono dalla tua regione e dalla natura del tuo prato, alcuni sono resistenti alla siccità. In generale, è sufficiente un'annaffiatura abbondante, in ragione di 4-5 litri di acqua per metro quadrato, e una volta alla settimana. Irrigazioni più frequenti non sono necessarie o addirittura dannose, poiché rendono il prato più sensibile alle alte temperature e alla siccità. Durante il periodo estivo si consiglia di procedere la sera per preservare meglio l'umidità e la freschezza del terreno, e preferibilmente raccogliendo l'acqua piovana, che è più ecologica.

Tratta secondo necessità

Per quanto riguarda il trattamento, si consiglia di applicare al prato un concime specifico, da 2 a 3 volte l'anno, per favorirne la crescita e rinvigorirlo. Da applicare nei periodi e nelle quantità indicate nelle istruzioni per l'uso. Dopo la diffusione, innaffia il tuo prato in modo che il fertilizzante penetri nel terreno.

Infine, il trattamento è spesso necessario per rimuovere le erbacce come quackgrass e muschio. Per i primi, rimuovili manualmente con le radici dopo aver innaffiato il tuo prato, oppure applica un diserbante che troverai nei garden center, solo dopo il terzo taglio se il tuo prato è recente. Per il muschio, utilizzare un prodotto anti-muschio o solfato di ferro in soluzione liquida, preferibilmente in primavera o in autunno. Dopo l'applicazione e non appena la schiuma si annerisce, è possibile rimuovere i ciuffi con un rastrello e riseminare le parti calve. In entrambi i casi, assicurati di agire rapidamente finché le erbacce e i muschi non sono troppo sviluppati.